iten

“DANZA ORIENTALE” altrimenti nota come “DANZA DEL VENTRE”

DANZA con Elisabetta Sias

A MILANO IN VIA TEOCRITO 50, MM1 GORLA,

ZONA MARTESANA, 5 MIN. A PIEDI DA VIALE MONZA:

 

CHIAMACI PER PRENOTARE LA TUA LEZIONE!!!

   347.1540526
MAIL:  infoayurvedaima@gmail.com 
 

La Danza orientale, altrimenti nota come “danza del ventre” grazie agli orientalisti francesi, è un’arte non solo affascinante ma ricca di gioia e tradizioni, praticata in questa sede con una particolare attenzione alla sua musica di riferimento e agli stili grazie all’ insegnante Eli Sias, attiva a Milano come tale, e come performer dal 2011. 
Le nostre partecipanti apprenderanno dai passi più semplici ai segreti delle famose vibrazioni tipiche di questa danza, che si apprende nel tempo e con facilità grazie a una buona costanza.
 Assieme alla tecnica, una piccola parte della lezione sarà dedicata agli aspetti culturali e storici di questo mondo e alla sua musica, a partire dai ritmi nel livello base per proseguire con i grandi nomi della tradizione egiziana e del Medio Oriente.
 
Il livello di ogni gruppo è indicativo e si adatta alle concrete esperienze delle partecipanti. Tutti i corsi settimanali hanno durata di un’ora ad eccezione dell’avanzato (un’ora e un quarto). Possono essere infine proposte e non obbligatorie occasioni di performance a metà anno e a fine anno, nei luoghi che consentono il rispetto delle norme anti covid. 
Scrivici su fb a “AIMA Danza” o direttamente a “Eli Sias”. Mail elisabetta.sias@yahoo.it
 
ORARI CORSI SETTIMANALI
Base/intermedio lunedì 18.00-19.00
Avanzato lunedì 19.15-20.00

 

Corso mattutino ore 11.00-12.00
(giorno in via di definizione, contattateci)
 
ORARI WORKSHOP MENSILI
1 venerdì al mese, con musica dal vivo
h 18.15-19.15 base/intermedio 
h 19.30-20.30 avanzato 
(Date specifiche da definire, orari confermati)

Text box item sample content

CV di  Elisabetta  Sias docente di danza orientale – danza del ventre

 Elisabetta si avvicina alla danza orientale a 17 anni, colpita sin da giovanissima dal modo di danzare visto dai parenti in Tunisia che sente essere completamente costruito sul corpo femminile. Inizia la sua formazione in un ambito caratterizzato dall’attenzione per il folklore, la storia, la musica e gli stili diversi della Danza Orientale. Dopo una pausa in cui si dedica al canto antico della tradizione mediterranea nell’Ensemble Noeannè diretto da Fabio Soragna, torna alla danza studiando in corsi di livello avanzato, e viene indirizzata a un corso professionale finalizzato all’insegnamento di primo livello (2010), conseguendo l’anno successivo l’attestato di secondo livello. Si appassiona in particolare alle radici della danza orientale, scopre un naturale feeling con il baladi, studia le danze di folklore e del Maghreb seguendo più volte Elhadi Cheriffa, direttore artistico del Teatro di Algeri e primo ballerino del Balletto di Algeri. Si immerge nello studio del saidi, del khaliji tipico del Golfo Persico, si documenta in stage con Wael Mansour sulle danze di folkore come il fellahi. Segue in stage anno dopo anno anche Mohamed El Hosseny, che ha fatto parte come solista della celeberrima Reda Troupe di Mahmoud Reda (un mito per la cultura egiziana), dal quale apprende la la simsemmya, tipica del canale di Suez. Nel gennaio 2013 trova nuova linfa nello studio presso Metiss’art con con Alessandra Centonze, grazie alla quale arricchisce la sua attività di insegnamento con una nuova coscienza del beneficio di questa danza e del suo potere espressivo. Si interessa al Raks Sharqi più classico e studia anche le danze gipsy irachene (Kawilija) con l’irachena Assala Ibrahim. Ha studiato occasionalmente anche con la maestra tunisina Narjess Montasser, e per lo stile shaabi anche con l’alessandrina Jaylane Abd El.

Porta avanti lo studio dei sagat e della ritmica araba e partecipa come danzatrice a diversi eventi, tra cui nel 2011 “Le stagioni della vita” al Teatro Regio di Torino, il festival Mi-to settembre musica, Pinc, la Rassegna dei migranti di Milano. Partecipa come danzatrice alla trasmissione televisiva su La7 a “Non ditelo alla sposa”. Lieta dell’opportunità straordinaria di creare coreografie su composizioni originali fa nascere assieme a Marzia Palmieri nel 2013 il duo Maat.
 
Ama portare la danza orientale nei locali milanesi che ospitano serate musicali per diffonderne la conoscenza; ha lavorato per la realizzazione di interventi di danza orientale al Padiglione Marocco, in occasione di Expo 2015. Ha collaborato con il musicista Nour Eddine Fatty come danzatrice ospite nello spettacolo “Nour Eddine Solo” (settembre 2015). A giugno 2016 partecipa allo spettacolo “Journey along the Silk Road” con la Compagnia di Theatrical bellydance BellyQueen di New York, diretta da Kaeshi Chai.
Elisabetta insegna continuativamente dal 2011, è maestra paziente e desiderosa della crescita tecnica ed espressiva di tutte le sue allieve, rispettosa dei tempi di apprendimento necessari in ogni donna perché il beneficio straordinario di questa disciplina arrivi attraverso il “segreto” del divertimento.

Richiedi informazioni

Ho letto e accetto l’informativa relativa al Trattamento dei Dati Personali ai sensi del Regolamento UE 2016/679 artt. 13 e 14*
Vi autorizzo a contattarmi e inviarmi via email contenenti informazioni sui vostri servizi/prodotti/eventi e promozioni che potrebbero interessarmi. L’autorizzazione al trattamento dei dati per questa finalità non è necessaria, ma rischieresti di perderti qualcosa che potrebbe interessarti.

* Campi obbligatori

Text box item sample content