AIMA - SCUOLA DI DANZA AIMA: CORSI DI DANZA ORIENTALE MILANO ⋆ AIMA

SCUOLA DI DANZA AIMA: CORSI DI DANZA ORIENTALE MILANO

sgranataok in piccolo

CORSI DI DANZA ORIENTALE

A CURA DI ELISABETTA SIAS

A MILANO IN ZONA 2:

VIALE MONZA – LORETO – MM1 PRECOTTO – MM1 GORLA – GRECO PIRELLI

NUOVE ISCRIZIONI CORSI 2018/2019

LUNEDI’ 24 E MERCOLEDI’ 26 SETTEMBRE

LEZIONE PROVA GRATUITA – PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

CHIAMACI PER PRENOTARE LA TUA LEZIONE GRATUITA!!!

 02/25715109   oppure  347.1540526
MAIL:  infoayurvedaima@gmail.com
 

ORARI  SETTIMANALI

LUNEDI’:  ORARIO  

19.00  –  20.15     INTERMEDIO      /       20.15  –  21.15   BASE 2


MERCOLEDI’:  ORARIO 

19.00  –  20.00      BASE      /      20.15  –  21.30    INTERMEDIO 2

PROGRAMMI  E  LABORATORI

davicino con velo

Elisabetta Sias con velo

 

PER OGNI INFO DETTAGLIATA

SUI PROGRAMMI BASE, INTERMEDIO ED AVANZATO

 

SCUOLA  AIMA APS -VIA TEOCRITO 50 ANG.VIA CIRENEI – Milano
400 mt da MM1 GORLA, oppure MM1 PRECOTTO, zona viale Monza / traversa di viale Monza

Info e prenotazioni

 02/25715109   oppure  347.1540526
infoayurvedaima@gmail.com 

allieve dorate

allieve dorate

allieve velo

allieve velo

BENEFICI DELLA DANZA ORIENTALE DEL VENTRE

LA DANZA ORIENTALE

La danza orientale o danza del ventre nella tradizione più popolare e come viene spesso chiamata oggi, è una famosa ed antica forma di intrattenimento, ma pochi sanno che i benefici che essa apporta, sono innumerevoli, a patto di impararne bene i movimenti, ciò la rende una disciplina che richiede parecchie ore di studio.

Un motivo è perchè molte donne e ragazze si avvicinano a questa disciplina è senza dubbio il beneficio psicofisico generale che questa danza genera.

Ad oggi questa danza è certamente un’occasione divertente e giocosa per riappropriarsi della propria femminilità, anche perchè sviluppa potenzialità di movimento corporeo raramente sperimentate prima.

Libera e allenta le tensioni, dona buonumore grazie al ritmo allegro, distensivo e tranquillo della musica orientale.

I benefici sono simili a quelli prodotti dalla ginnastica posturale che distende il tratto lombo sacrale, le articolazioni, le spalle ed il tratto cervicale,  Tonificandoli.

Ventre e fianchi sono più allenati e tonici, esaltati dalla cultura araba per il loro potere generativo e sensuale.

Il ritmico roteare dei fianchi, l’oscillazione dell’addome e la torsione del tronco hanno anche altri effetti benefici: rilassano il bacino e i suoi organi interni migliorandone la circolazione e irrobustendo la muscolatura di tutta la schiena, i fianchi si assottigliano, le gambe si rinforzano e il modo di muoversi acquisisce sicurezza.

Dolcezza, rabbia, gioia o malinconia vengono così espressi con i movimenti più chiaramente di quanto non si fa a parole. E’ un ottimo esercizio sia per ottenere un buon equilibrio neuro muscolare che per ricominciare a prendere coscienza del nostro corpo nonché della nostra femminilità.

La danza del ventre, antica danza millenaria, è un inno alla vita e dispensatrice di energia ed abbondanza. danza orientale ventre milano.

Oggi come allora, ogni danzatrice mette i nscena l’intenstità di un rapporto di un emozione, l’energia del concepimento, la sacralità della procreazione, riconducendoci alle energie sottili più creative della vita, ed alla sua trascendenza.

viso

corsi di danza orientale – danza del ventre

CV di  Elisabetta  Sias docente di danza orientale – danza del ventre

 Elisabetta si avvicina alla danza orientale a 17 anni, colpita sin da giovanissima dal modo di danzare visto dai parenti in Tunisia che sente essere completamente costruito sul corpo femminile. Inizia la sua formazione in un ambito caratterizzato dall’attenzione per il folklore, la storia, la musica e gli stili diversi della Danza Orientale. Dopo una pausa in cui si dedica al canto antico della tradizione mediterranea nell’Ensemble Noeannè diretto da Fabio Soragna, torna alla danza studiando in corsi di livello avanzato, e viene indirizzata a un corso professionale finalizzato all’insegnamento di primo livello (2010), conseguendo l’anno successivo l’attestato di secondo livello. Si appassiona in particolare alle radici della danza orientale, scopre un naturale feeling con il baladi, studia le danze di folklore e del Maghreb seguendo più volte Elhadi Cheriffa, direttore artistico del Teatro di Algeri e primo ballerino del Balletto di Algeri. Si immerge nello studio del saidi, del khaliji tipico del Golfo Persico, si documenta in stage con Wael Mansour sulle danze di folkore come il fellahi. Segue in stage anno dopo anno anche Mohamed El Hosseny, che ha fatto parte come solista della celeberrima Reda Troupe di Mahmoud Reda (un mito per la cultura egiziana), dal quale apprende la la simsemmya, tipica del canale di Suez. Nel gennaio 2013 trova nuova linfa nello studio presso Metiss’art con con Alessandra Centonze, grazie alla quale arricchisce la sua attività di insegnamento con una nuova coscienza del beneficio di questa danza e del suo potere espressivo. Si interessa al Raks Sharqi più classico e studia anche le danze gipsy irachene (Kawilija) con l’irachena Assala Ibrahim. Ha studiato occasionalmente anche con la maestra tunisina Narjess Montasser, e per lo stile shaabi anche con l’alessandrina Jaylane Abd El.

Porta avanti lo studio dei sagat e della ritmica araba e partecipa come danzatrice a diversi eventi, tra cui nel 2011 “Le stagioni della vita” al Teatro Regio di Torino, il festival Mi-to settembre musica, Pinc, la Rassegna dei migranti di Milano. Partecipa come danzatrice alla trasmissione televisiva su La7 a “Non ditelo alla sposa”. Lieta dell’opportunità straordinaria di creare coreografie su composizioni originali fa nascere assieme a Marzia Palmieri nel 2013 il duo Maat.
 
Ama portare la danza orientale nei locali milanesi che ospitano serate musicali per diffonderne la conoscenza; ha lavorato per la realizzazione di interventi di danza orientale al Padiglione Marocco, in occasione di Expo 2015. Ha collaborato con il musicista Nour Eddine Fatty come danzatrice ospite nello spettacolo “Nour Eddine Solo” (settembre 2015). A giugno 2016 partecipa allo spettacolo “Journey along the Silk Road” con la Compagnia di Theatrical bellydance BellyQueen di New York, diretta da Kaeshi Chai.
Elisabetta insegna continuativamente dal 2011, è maestra paziente e desiderosa della crescita tecnica ed espressiva di tutte le sue allieve, rispettosa dei tempi di apprendimento necessari in ogni donna perché il beneficio straordinario di questa disciplina arrivi attraverso il “segreto” del divertimento.
 

 

SCUOLA  AIMA ASD – VIA TEOCRITO 50 ANG.VIA CIRENEI – Milano
400 mt da MM1 GORLA, 500 mt. Da MM1 PRECOTTO, zona viale Monza / traversa di viale Monza

Info e prenotazioni

 02/25715109   oppure  347.1540526
infoayurvedaima@gmail.com
 

corsi di danza orientale – danza del ventre milano 2018/2019

Stazione Centrale, Corso Buenos Aires, Piazzale Loreto, Turro, Precotto, Gorla, Sesto San Giovanni, Pasteur, Cinisello Balsamo, Villa San Giovanni, Sesto Marelli, Sesto Rondò, Bresso, Viale Zara, Viale Fulvio Testi, Bicocca, Università degli studi Bicocca, Greco-Pirelli, Piazza Greco, Via Pindaro, Viale Monza, Viale Brianza, Via Porpora, Zelig, Parco Trotter, Via Venini, Segrate, Cologno Monzese, Via Asiago, Via Teocrito,  Il Pane Quotidiano, Mercato Comunale di Gorla, Istituto Gaetano Pini, Via Minturno, Via Stefanardo Da Vimercate, Via Melchiorre Gioia, Via Aristotele, Bastioni di Porta Venezia, Piazza Argentina, Via Vitruvio, Torrefazione Caffè Cosmai, Mr. Moussa,

https://www.facebook.com/search/top/?q=espressioneorientale%20scuola%20di%20danza%20orientale